INTERREG ITALIA AUSTRIAFONDI EUROPEI: aprirà a settembre 2018 il terzo bando del Programma di cooperazione Interreg V Italia-Austria 2014-2020.
Durante la riunione di aprile 2018, il comitato di sorveglianza del programma di cooperazione Interreg Italia-Austria 2014-2020 ha dato il suo consenso alla proposta dell'Autorità di gestione in merito al terzo avviso per la presentazione di progetti transfrontalieri, che aprirà il 17 settembre 2018.
OBIETTIVO: l’obiettivo del programma Interreg V-A Italia-Austria è di rafforzare la cooperazione transfrontaliera nella zona di confine tra Italia e Austria e di contribuire al raggiungimento degli obiettivi della strategia Europa 2020.
Il Programma è articolato in cinque assi prioritari:
Asse prioritario 1 “ricerca e innovazione” per il rafforzamento delle capacità di R&I e per lo sviluppo di punti di forza comuni;
Asse prioritario 2 “natura e cultura” per la tutela dell’ambiente e della biodiversità;
Asse prioritario 3 “istituzioni” per il miglioramento dei sistemi e dei processi amministrativi e l'armonizzazione del quadro normativo a livello organizzativo, istituzionale e infrastrutturale per agevolare l’integrazione della popolazione nell’area transfrontaliera;
Asse prioritario 4 “sviluppo regionale a livello locale” per la creazione e il sostegno a sistemi di governance transfrontalieri per l’attuazione partecipativa del programma e vicina al cittadino;
Asse prioritario 5 "assistenza tecnica".
LE PROVINCE COINVOLTE SONO:
ITALIA:
Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige; Regione Veneto: Provincia di Belluno, Treviso e Vicenza; Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia: Provincia di Udine, Gorizia, Pordenone e Trieste.
AUSTRIA:
Land Kärnten: Klagenfurt-Villach, Oberkärnten, Unterkärnten; Land Salzburg: Lungau, Pinzgau-Pongau, Salzburg und Umgebung; Land Tirol: Innsbruck, Tiroler Oberland, Tiroler Unterland, Außerfern und Osttirol;
DOMANDE: dal 17 settembre al 30 novembre 2018.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

PROGRAMMI EUROPEI: INTERREG ITALIA.AUSTRIA

Chiedi un appuntamento a Milano
Chiedi un appuntamento a Roma
Chiedi un appuntamento in altre città

Chiedi Informazioni

Chiedi una Ricerca Contributi Personalizzata

SEI UN PROFESSIONISTA? COLLABORA CON NOI

 

3° AVVISO 2018: INTERREG V-A ITALIA-ÖSTERREICH 2014-2020

Il 25 gennaio 2018, il Comitato direttivo del programma di cooperazione Interreg Italia-Austria si è riunito a Bolzano per decidere i primi dettagli del terzo avviso.

La scorsa settimana, i membri del comitato direttivo transfrontaliero si sono incontrati a Bolzano per discutere i primi dettagli del terzo avviso per la presentazione di idee progettuali.

Il comitato ha concordato, che il terzo avviso per la presentazione di idee progettuali sarà aperto da settembre 2018 a febbraio 2019. Idee progettuali potranno essere presentate nei tre assi "Ricerca e innovazione", "Natura e cultura" e "Istituzioni".

L'approvazione dei progetti presentati è prevista per l'estate 2019.

OBIETTIVO

L’obiettivo del programma Interreg V-A Italia - Austria è di rafforzare la cooperazione transfrontaliera nella zona di confine tra Italia e Austria e di contribuire al raggiungimento degli obiettivi della strategia Europa 2020.

INIZIATIVE AMMISSIBILI AL FINANZIAMENTO

Le proposte progettuali devono presentare un approccio transfrontaliero concreto e sostenibile

PROPOSTE AMMESSE AL TERZO BANDO

Potranno essere presentate proposte progettuali riguardanti i primi tre assi del Programma:

  • Ricerca e innovazione,
  • Natura e cultura;
  • Istituzioni.

BENEFICIARI

Le proposte progettuali possono essere presentate dai beneficiari (proponenti) elencati per asse prioritario:

ASSE PRIORITARIO 2: NATURA E CULTURA

  • Conservare, proteggere, promuovere e sviluppare il patrimonio naturale e culturale.
  • Priorità di investimento 6c
  • Obiettivo specifico 4: Tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale

BENEFICIARI:

  • Amministrazioni pubbliche,
  • Università,
  • Associazioni,
  • Istituzioni formative e culturali,
  • Organizzazioni ambientali,
  • Enti di gestione di parchi e aree naturali,
  • PMI,
  • Organizzazioni economiche e turistiche

Particolare enfasi è posta nell’asse prioritario 2 su progetti per il miglioramento della bio- e geodiversità.

ASSE PRIORITARIO 3: ISTITUZIONI

  • Rafforzare la capacità istituzionale delle autorità pubbliche e delle parti interessate e un’amministrazione pubblica efficiente mediante la promozione della cooperazione giuridica e amministrativa e la cooperazione fra i cittadini e le istituzioni.
  • Priorità di investimento 11CTE
  • Obiettivo specifico 5: Rafforzamento della collaborazione istituzionale transfrontaliera in ambiti centrali dell’area di programma

Beneficiari:

  • Amministrazioni pubbliche

Nell’asse prioritario 3 ”Competenza istituzionale” è posta particolare enfasi su progetti che contribuiscono al rafforzamento della cooperazione istituzionale transfrontaliera in settori chiave dell’area del programma, quali p.e.
mobilità sostenibile, prevenzione di rischi, formazione e sanità.

PROPONENTI AMMISSIBILI

Sono considerati potenziali beneficiari i soggetti individuati per gli assi prioritari 1, 2 e 3 nel Programma di cooperazione.

  • Nel rispetto dell’art. 12 del Reg. (UE) n. 1299/2013 è necessario almeno un partner da entrambi gli Stati membri; una deroga è prevista per il GECT.
  • Come partner progettuali sono ammissibili enti/soggetti che, con la loro esperienza e competenza nel relativo ambito tematico, contribuiscono attivamente alla realizzazione del progetto e con l'utilizzo dei risultati contribuiscono allo sviluppo regionale sostenibile.

I soggetti che sostengono l'attuazione del progetto attraverso la fornitura di servizi non sono ammessi in qualità di partner progettuali, ma possono essere coinvolti come fornitori di servizi, a condizione che siano rispettate le disposizioni specifiche in materia degli appalti.

PARTNER ASSOCIATI

I partner associati forniscono un supporto esterno al partenariato in forma di know how, accesso a dati e informazioni rilevanti.

Inoltre, promuovono i risultati del progetto tra i gruppi di destinatari e/o sostengono la loro diffusione.

I partner associati provvedono in proprio al finanziamento delle loro attività.

Per permettere che partecipino alle riunioni di progetto, le loro spese di viaggio possono essere coperte con il budget degli altri partner.

Tutte le altre attività devono essere finanziate dai partner associati stessi.

Attività e ruoli dei partner associati sono menzionati in un campo descrittivo della proposta progettuale nel sistema di
monitoraggio "coheMON".

LOCALIZZAZIONE DEI PROGETTI

DI NORMA I POTENZIALI BENEFICIARI DEVONO AVERE UNA SEDE NELL’AREA DI PROGRAMMA.

Tale requisito può comunque ritenersi soddisfatto nel caso in cui ministeri/regioni/Länder o loro articolazioni
avessero competenze territoriali nell’area di programma.

Nello specifico l’area di cooperazione comprende le seguenti zone NUTS III transfrontaliere:

ITALIA

  •  Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige
  •  Regione Veneto:Provincia di Belluno, Treviso e Vicenza
  •  Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia:Provincia di Udine, Gorizia, Pordenone e Trieste

AUSTRIA

  •  Land Kärnten: Klagenfurt-Villach, Oberkärnten, Unterkärnten
  •  Land Salzburg: Lungau, Pinzgau-Pongau, Salzburg und Umgebung
  •  Land Tirol: Innsbruck, Tiroler Oberland, Tiroler Unterland, Außerfern und Osttirol

Il LP deve avere la sua sede legale o operativa nell’area di programma.

DI NORMA TUTTE LE ATTIVITÀ DI PROGETTO DEVONO ESSERE SVOLTE NELL’AREA DI COOPERAZIONE DEL PROGRAMMA.

  • Qualora le attività del progetto vengano svolte al di fuori dell’area di programma e quindi le spese siano sostenute al di fuori di tale area, queste sono ammissibili se espressamente indicato nel progetto ed approvate dal Comitato direttivo.

Nel corso dell’attuazione del progetto l’Autorità di gestione può autorizzare spese al di fuori dell’area di programma, a seguito di espressa richiesta da parte del beneficiario, eventualmente dopo aver consultato il Comitato direttivo.

In ogni caso le attività svolte al di fuori dell’area di programma devono soddisfare le condizioni di cui art. 20.2.b del Reg. (UE) 1299/2013, purché comportino vantaggi per l'area di programma.

  • Conformemente alla distribuzione territoriale delle variabili rilevanti di politica regionale (tra l'altro la distribuzione demografica) nell’area di programma e in termini di un uso equilibrato del sostegno finanziario è posta particolare enfasi su progetti che coinvolgono più aree di programma e dimostrano un rapporto 2:1 del budget progettuale sul versante italiano dell’area di programma rispetto quello sul versante austriaco.
  • Questo aspetto sarà considerato nella valutazione dei pertinenti criteri di selezione.

FINANZIAMENTO

La dotazione finanziaria delle proposte progettuali è compresa tra 100.000 euro e 1 millione di Euro di fondi FESR, fatte salve deroghe motivate.

Tali deroghe saranno decise singolarmente dal Comitato direttivo.

  • Ai singoli partner dei progetti approvati può essere concesso un finanziamento FESR dal Programma Interreg Italia - Austria fino all’85% del totale dei costi ammessi al finanziamento.
  • La rimanente quota di fondi può essere coperta da contributo pubblico nazionale e/o risorse proprie.

Qualora il finanziamento delle attività progettuali si configuri come aiuto di stato ai sensi dell’art. 107, comma 1 del TFUE, si applicano le disposizioni procedurali e sostanziali rilevanti in materia di aiuti di stato (aiuti concessi sulla base di regimi notificati alla CE e autorizzati dalla stessa; misure in esenzione dall’obbligo di notifica, regolamenti de minimis).

In caso di ricorso al regolamento de minimis la soglia massima di finanziamento può essere ridotta tenendo conto della normativa regionale vigente.

L’ammontare di risorse aggiuntive (indipendentemente che si tratti di fondi propri o nazionali) è premiato con l’assegnazione di punti aggiuntivi in base all’entità di tali risorse.

  • Il Comitato direttivo seleziona i progetti sulla base delle procedure di valutazione previste.

L’Autorità di gestione formalizza tramite il contratto di finanziamento Interreg la concessione del finanziamento FESR nonché i relativi impegni previsti sulla base delle disposizioni specifiche del Programma e la vigente normativa dell’Unione, nazionale e regionale.

Il finanziamento viene approvato conformemente alle prescrizioni in materia di aiuti di stato dell’UE, in particolare per quanto riguarda l’ammontare del finanziamento.

APERTURA BANDO

Il comitato ha concordato, che il terzo avviso per la presentazione di idee progettuali sarà aperto da settembre 2018 a febbraio 2019.

L'approvazione dei progetti presentati è prevista per l'estate 2019.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

 

 

 


 FONDI EUROPEI SME INTRUMENTS HORIZON 2020 EUROPA.800

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI


 


RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA


Chiedi informazioni


Chiedi informazioni


Chiedi informazioni

 

IMPRESE SOCIALI NO PROFIT ONLUS

MISE ECONOMIA SOCIALE

Chiedi informazioni

 


COLLABORA CON NOI

 

ITALIA CONTRIBUTI HEADER960.LOGO.500

  VI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UN'ALTRA REGIONE?

CHIEDI INFORMAZIONICHIEDI APPUNTAMENTO

VISITA I NOSTRI SITI REGIONALI:

- LombardiaContributi.it

- PiemonteContributi.it

- VenetoContributi.it

- ValledAostaContributi.it

- LiguriaContributi.it

- TrentinoAltoAdigeContributi.it

- FriuliVeneziaGiuliaContributi.it

- EmiliaRomagnaContributi.it

- ToscanaContributi.it

- UmbriaContributi.it

- MarcheContributi.it

- LazioContributi.it

- AbruzzoContributi.it

- MoliseContributi.it

- CampaniaContributi.it

- PugliaContributi.it

- BasilicataContributi.it

- CalabriaContributi.it

- SiciliaContributi.it

- SardegnaContributi.it

PULSANTE.CHIEDI.INFORMAZIONI


 
Logo Italia Contributi
(TM) ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO DEPOSITATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione

CHI È ON LINE

Abbiamo 11992 visitatori e nessun utente online

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

chiedi appuntamento 2 Giallo

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO.2017.250

NUOVA SABATINI 2017-2018

NUOVA SABATINI 2017-2018

NUOVA SABATINI 2017 2018

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

ANTICIPO FATTURE

anticipo fatture 90 in 48 ore

BONUS SUD - CREDITO DI IMPOSTA 45%

CREDITO.DI.IMPOSTA.INVESTIMENTINEL.MEZZOGIORNO 45

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

IMPRESE SOCIALI NO PROFIT ONLUS

IMPRESE SOCIALI NO PROFIT ONLUS

MISE ECONOMIA SOCIALE

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

MARCHI+3

MARCHI3 2018 MISE

SMART START ITALIA - START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

NUOVI CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0

Banca nazionale delle Terre Agricole

ismea banca nazionale delle terre agricole

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

RICERCA.SVILUPPO ACCORDI PER LINNOVAZIONE.250

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO PULSANTE QUADRATO

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

MIUR: RICERCA E SVILUPPO

MIUR BANDO RICERCA E SVILUPPO SPERIMENTALE

Zona Franca Sisma Centro Italia

MISE.zona franca urbana sisma centro italia

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO PER DONNE E GIOVANI

INVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

Iscriviti alla Newsletter

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

CERCA

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

CERCA

Patrimonializzazione delle Pmi

Export: inserimento sui mercati esteri

Partecipazione a Fiere

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

Zona Franca Sisma Centro Italia

MISE.zona franca urbana sisma centro italia

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI