marche disoccupatiMARCHE: aiuti alle imprese che assumono disoccupati.SABATINI 150
Intervento che prevede agevolazioni a favore delle imprese che assumono a tempo indeterminato, Full–time o Part-time) o a tempo determinato (Full–time o Part-time, di durata di almeno 24 mesi), soggetti disoccupati.
BENEFICIARI: possono presentare domanda le imprese che assumono soggetti disoccupati.
CONTRIBUTO: L’agevolazione concedibile sarà costituita da un contributo, da erogare in regime “DE MINIMIS” oppure “IN ESENZIONE”, ai sensi del Reg. UE 651/2014. Sono previsti entrambi i regimi e viene lasciata alle imprese beneficiarie la possibilità di optare peruno dei due regimi possibili.

CONTRIBUTO IN REGIME DE MINIMIS: importo massimo di euro 10.000,00 in caso di assunzione con contratto a tempo indeterminato.
CONTRIBUTO EROGATO IN ESENZIONE: in caso di assunzione a tempo indeterminato: quota pari al 50% dei costi salariali riferiti ad un periodo di 12 mesi, per i soggetti svantaggiati;  quota pari al 50% dei costi salariali riferiti ad un periodo di 24 mesi, per i soggetti molto svantaggiati; quota pari al 75% dei costi salariali riferiti ad un periodo di 24 mesi, per i soggetti disabili.
DOMANDE: La richiesta di contributo deve essere effettuata dall’impresa prima dell’instaurazione del rapporto di lavoro, a tempo determinato o a tempo indeterminato. Le domande presentate sono periodicamente esaminate dalla Commissione di Valutazione sulla base dell’ordine cronologico di presentazione delle stesse e fino ad esaurimento dei fondi.
Le domande dovranno comunque essere presentate entro il 31/12/2019.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

 

MARCHE: AIUTI ALLE IMPRESE CHE ASSUMONO DISOCCUPATI

 

Chiedi un appuntamento a Milano
Chiedi un appuntamento a Torino
Chiedi un appuntamento a Verona
Chiedi un appuntamento a Bologna
Chiedi un appuntamento a Firenze
Chiedi un appuntamento a Roma
Chiedi un appuntamento a Napoli
Chiedi un appuntamento a Bari
Chiedi un appuntamento a Palermo
Chiedi un appuntamento in altre città

Chiedi Informazioni

 

 

POR MARCHE: aiuti alle imprese che assumono disoccupati

POR Marche FSE 2014/2020 Asse 1 Priorità 8.1. DGR n. 305/2018 e s.m.i
Aiuti alle imprese per l’assunzione di soggetti disoccupati.

  • Intervento previsto tra le misure di politica attiva ammissibili al cofinanziamento del POR FSE 2014/2020, che prevede agevolazioni a favore delle imprese che assumono a tempo indeterminato (Full – time o Part-time) o a tempo determinato (Full–time o Part-time, di durata di almeno 24 mesi), soggetti disoccupati ai sensi del D.lgs 150/2015 e ss.mm.ii.

BENEFICIARI

Possono presentare domanda a valere sul presente Avviso Pubblico le imprese che assumono soggetti
disoccupati ai sensi del D.lg 150/2015 e ss.mm.ii.

  • Nel caso in cui l’impresa opti per il regime di esenzione, le nuove assunzioni devono rappresentare
    un aumento netto del numero di dipendenti rispetto alla media dei 12 mesi precedenti, fatti salvi i casi in cui la riduzione di personale sia stata determinata da dimissioni volontarie, invalidità,
    pensionamento per raggiunti limiti di età, riduzione volontaria dell’orario di lavoro o licenziamento
    per giusta causa”.

REQUISITI DELLE IMPRESE

Indipendentemente dalla forma giuridica, possono essere ammesse ai contributi le imprese:

  • a) iscritte alla Camera di Commercio o registro equivalente;
  • b) che abbiano, almeno al momento del pagamento dell’aiuto, sede legale e/o operativa nel
    territorio regionale;
  • c) che sono in regola con le norme che disciplinano le assunzioni obbligatorie previste dalla L.
    68/1999 e s.m. E’ esclusa, pertanto, la possibilità che gli aiuti vengano erogati per raggiungere
    le quote di assunzioni obbligatorie previste dalla stessa norma;
  • d) che sono in regola con l'applicazione del CCNL, regionale, gli accordi interconfederali
    sottoscritti da associazioni di datori di lavoro ed organizzazioni sindacali comparativamente
    più rappresentative;
  • e) che sono in regola con l’osservanza degli obblighi contributivi ed assicurativi previsti dalla
    normativa vigente;
  • f) che sono in regola con la normativa vigente in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro,
    di cui al D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.;
  • g) che sono attive, ovvero che non si trovano in stato di fallimento oppure di liquidazione o
    abbiano presentato domanda di concordato;
  • h) che non hanno effettuato licenziamenti, fatti salvi quelli per giusta causa e per giustificato
    motivo soggettivo e fatti salvi specifici accordi sindacali con le organizzazioni territoriali più
    rappresentative, nei 6 (sei) mesi precedenti la presentazione della domanda di finanziamento;
  • i) che non hanno in corso procedure di CIGS per la stessa qualifica professionale oggetto della
    richiesta di contributo
  • j) che non sottoposti ad alcuna misura di prevenzione, di cui al D.lgs 159/2011, e che non sono
    a conoscenza dell’esistenza a proprio carico di procedimenti in corso;
  • k) che non hanno rapporti di parentela, affinità e coniugio con i soggetti che si intendono
    assumere, secondo la definizione dell’art. 230 bis c.c., come introdotto dalla L. n. 151/1975
    sulla riforma del diritto di famiglia;
  • l) che non hanno in corso e non hanno attivato procedure concorsuali nei dodici mesi antecedenti
    la domanda;
  • m) che si impegnano a rispettare il divieto di doppio finanziamento;
  • n) (nel caso in cui l’impresa opti per il regime “di esenzione”): che non rientrano nei settori
    esclusi dall’Art. 1 del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17/06/2014 che
    dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli
    articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea.
  • o) (nel caso in cui l’impresa opti per il regime di “de minimis”): che non rientrano nei settori
    esclusi dall’Art. 1 del Regolamento UE n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013
    - relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione
    europea agli aiuti “de minimis” pubblicato sulla Gazzetta UE n. L 352/1 del 24/12/2013.

Inoltre, qualora le imprese optino per il Regime di esenzione, possono essere ammesse a
contributo:

  • Le imprese che non sono in difficoltà secondo la definizione di cui all’art. 2, punto 18, del
    Reg. (UE) n. 651/2014 e s.m.i.;
  • Le imprese che sono nella situazione in cui le assunzioni un aumento netto del numero di
    dipendenti rispetto alla media dei 12 mesi precedenti, fatti salvi i casi in cui la riduzione
    di personale sia stata determinata da dimissioni volontarie, invalidità, pensionamento per
    raggiunti limiti di età, riduzione volontaria dell’orario di lavoro o licenziamento per giusta
    causa.

DESTINATARI DELL’INTERVENTO

Gli aiuti possono essere concessi per le assunzioni a tempo indeterminato o determinato di soggetti
disoccupati ai sensi del D.lgs. 150/2015 e ss.mm.ii.

  • Nel caso in cui l’impresa opti per il regime di esenzione, le nuove assunzioni devono rappresentare
    un aumento netto del numero di dipendenti rispetto alla media dei 12 mesi precedenti, fatti salvi i casiin cui la riduzione di personale sia stata determinata da dimissioni volontarie, invalidità,
    pensionamento per raggiunti limiti di età, riduzione volontaria dell’orario di lavoro o licenziamento
    per giusta causa”.

In tutti i casi, i destinatari dell’aiuto non possono aver avuto precedenti rapporti di lavoro con le
imprese beneficiarie o con imprese a queste collegate ai sensi dell’art. 2359 del codice civile e devono
risultare disoccupati ai sensi del D.lgs. 150/2015 e successive modificazioni, al momento dell’invio
della domanda.

REGIME DI AIUTO APPLICABILE

L’agevolazione concedibile sarà costituita da un contributo, da erogare in regime “DE MINIMIS” ai
sensi del Reg. UE 1407/13 o “IN ESENZIONE”, ai sensi del Reg. UE 651/2014.

  • Sono previsti entrambi i regimi e viene lasciata alle imprese beneficiarie la possibilità di optare peruno dei due regimi possibili

CONTRIBUTO

IMPORTO DEL CONTRIBUTO EROGATO IN “DE MINIMIS” AI SENSI DEL REG. UE 1407/2013

Il contributo è quantificato nel modo di seguito indicato:

  • Importo massimo di euro 10.000,00 in caso di assunzione con contratto a tempo indeterminato
  • IL CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO DEVE ESSERE MANTENUTO PER ALMENO 3 ANNI 
  • Importo massimo di euro 5.000,00 in caso di assunzione con contratto a tempo determinato
    di almeno 24 mesi
  • IL CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO DEVE ESSERE MANTENUTO FINO ALLA NATURALE SCADENZA 

Nei casi di assunzioni part-time, l’importo del contributo sarà ridotto proporzionalmente al numero di ore settimanali previsto dal contratto di categoria applicato e, nel caso di part-time verticale, si terrà conto della media settimanale dell’orario prestato.

IMPORTO DEL CONTRIBUTO EROGATO “IN ESENZIONE”

L’aiuto concedibile è costituito da un contributo, da erogare “IN ESENZIONE”,

Il contributo è quantificato nel modo di seguito indicato:


- In caso di assunzione a tempo indeterminato:

  • quota pari al 50% dei costi salariali riferiti ad un periodo di 12 mesi, per i soggetti svantaggiati,
  •  quota pari al 50% dei costi salariali riferiti ad un periodo di 24 mesi, per i soggetti molto
  • svantaggiati.
  • quota pari al 75% dei costi salariali riferiti ad un periodo di 24 mesi, per i soggetti disabili


- In caso di assunzione a tempo determinato di almeno 24 mesi:

  • quota pari al 25% dei costi salariali riferiti ad un periodo di 12 mesi, per i soggetti svantaggiati,
  • quota pari al 25% dei costi salariali riferiti ad un periodo di 24 mesi, per i soggetti molto
    svantaggiati.
    quota pari al 40% dei costi salariali riferiti ad un periodo di 24 mesi, per i soggetti disabili

Per “costi salariali” si intende, ai sensi del Reg. UE 651/2014, “l’importo totale effettivamente pagabile dal beneficiario dell'aiuto in relazione ai posti di lavoro interessati, comprendente la retribuzione lorda prima delle imposte e i contributi obbligatori, quali gli oneri previdenziali e i contributi assistenziali per figli e familiari”.

  • IL CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO DEVE ESSERE MANTENUTO PER ALMENO 3 ANNI 
  • IL CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO DEVE ESSERE MANTENUTO FINO ALLA NATURALE SCADENZA  

DOMANDE

La richiesta di contributo deve essere effettuata dall’impresa prima dell’instaurazione del rapporto
di lavoro, a tempo determinato o a tempo indeterminato.

  • Le domande presentate sono periodicamente esaminate dalla Commissione di Valutazione sulla base dell’ordine cronologico di presentazione delle stesse e fino ad esaurimento dei fondi;

Le domande dovranno comunque essere presentate entro il 31/12/2019.

APPROFONDIMENTO

SCARICA I DOCUMENTI

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

.

.

.

 MISE IMPRESE SOCIALI 800 10m

 .

 .

CONTRATTI DI SVILUPPO IMPRESE AGROINDUSTRIALI BANNER 800 

 .

 .

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 800

 .

 . 

LIQUIDITà 800

 .

 .

SABATINI PER ACQUISTO ATTREZZATURE 800

 .

 .

ANTICIPO FATTURE BANNER 800

 .

 .

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 800

 .

 .

ITALIA CONTRIBUTI HEADER960.LOGO.500

 .

 .

 VI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UN'ALTRA REGIONE? 

 .

VISITA I NOSTRI SITI REGIONALI:

LombardiaContributi.it

PiemonteContributi.it

VenetoContributi.it

ValledAostaContributi.it

LiguriaContributi.it

TrentinoAltoAdigeContributi.it

FriuliVeneziaGiuliaContributi.it

EmiliaRomagnaContributi.it

ToscanaContributi.it

UmbriaContributi.it

MarcheContributi.it

LazioContributi.it

AbruzzoContributi.it

MoliseContributi.it

CampaniaContributi.it

PugliaContributi.it

BasilicataContributi.it

CalabriaContributi.it

SiciliaContributi.it

SardegnaContributi.it

PULSANTE.CHIEDI.INFORMAZIONI


 
Logo Italia Contributi
® ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO REGISTRATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione
 

CERCA

IMPRESE SOCIALI

MISE IMPRESE SOCIALI 250

 

NUOVA SABATINI

NUOVA SABATINI 2017 2018

IMPRESE AGROINDUSTRIALI

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE 250

cooperazione allo sviluppo

COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO BANDO 2018

Patrimonializzazione delle Pmi Esportatrici

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PATRIMONIALIZZAZIONE.PMI 250

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

PULSANTE FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

AGEVOLAZIONI PER L'EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 250

CONTRATTO DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2018

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO 2017

ANTICIPO FATTURE

anticipo fatture 90 in 48 ore

START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

CESSIONE CREDITI VERSO ENTI PUBBLICI

CESSIONE PRO SOLUTO 250

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

BONUS SUD - CREDITO DI IMPOSTA 45%

CREDITO.DI.IMPOSTA.INVESTIMENTINEL.MEZZOGIORNO 45

IMPRESE E COOPERATIVE SOCIALI

MISE ECONOMIA SOCIALE

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

MARCHI+3

MARCHI3 2018 MISE

Banca nazionale delle Terre Agricole

ismea banca nazionale delle terre agricole

ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

RICERCA.SVILUPPO ACCORDI PER LINNOVAZIONE.250

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO PULSANTE QUADRATO

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

MIUR: RICERCA E SVILUPPO

MIUR BANDO RICERCA E SVILUPPO SPERIMENTALE

Zona Franca Sisma Centro Italia

MISE.zona franca urbana sisma centro italia

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Agevolazioni inserimento sui mercati esteri

INTERNAZIONALIZZAZIONE.CREDITI.ESPORTAZIONE

CERCA

Partecipazione a Fiere

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PRIMA PARTECIPAZIONE.FIERE.E.MOSTRE

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

Zona Franca Sisma Centro Italia

MISE.zona franca urbana sisma centro italia

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI