INTERREG.ITALIA.SVIZZERA 2019ITALIA-SVIZZERA: al via il secondo avviso interreg italia-svizzera per progetti di Cooperazione Italia-Svizzera. Domande fino al 31 ottobre 2019.
SECONDO AVVISO: l’AdG ha approvato l’Avviso pubblicato sul BUR il 02 luglio 2019. 
PROGETTI DI COOPERAZIONE ITALIA-SVIZZERA: sarà possibile presentare progetti dal 26 giugno 2019 alle ore 12.00 al 31 ottobre 2019 alle ore 12.00 sui seguenti Assi del Programma:
Asse 3: Mobilità integrata e sostenibile;
Asse 4: Servizi per l’integrazione delle comunità;
Asse 5: Rafforzamento della governance transfrontaliera.
DURATA DEI PROGETTI: la durata dei progetti non deve superare i 24 mesi.
NUOVA FORMULA: l'avviso prevede anche una nuova formula, i cosiddetti "Small projects" della durata non superiore ai 15 mesi.
PROGETTI A SCALA LOCALE: si tratta di progetti a scala locale, volti ad accrescere la consapevolezza dei vantaggi della cooperazione e migliorare il processo di integrazione dell’area di confine attraverso un più deciso coinvolgimento delle comunità locali, e prevede progetti che possono comprendere fino a un massimo di 6 partner (italiani e svizzeri) provenienti da Regioni e Cantoni confinanti.
RISORSE: la dotazione di parte italiana è pari a € 17.518.755,88. La dotazione di parte svizzera è pari a CHF 9.945.528,00.
BENEFICIARI: Sono ammessi a partecipare in qualità di Capofila e/o partner i soggetti pubblici, gli organismi di diritto pubblico che rispondano ai requisiti di cui al codice dei Contratti pubblici, i soggetti privati aventi capacità giuridica.
CONTRIBUTO MINIMO E MASSIMO: la quota FESR del contributo pubblico per parte italiana per ogni singolo progetto non potrà essere inferiore a 100.000 euro e non potrà superare in nessun caso la soglia di 1.000.000 euro per l’Asse 3 e di 700.000 euro per gli Assi 4 e 5. 
CONTRIBUTO: Per parte italiana I contributi del Programma sono concessi a fondo perduto per conseguire i risultati indicati nella proposta progettuale. Per i beneficiari privati il contributo pubblico sarà dell’85% del costo ammesso.
DOMANDE: fino al 31 ottobre 2019.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  


PROGRAMMA DI COOPERAZIONE INTERREG ITALIA SVIZZERA

 Chiedi un appuntamento a Milano
Chiedi un appuntamento a Brscia
Chiedi un appuntamento a Torino
Chiedi un appuntamento a Verona
Chiedi un appuntamento a Venezia
Chiedi un appuntamento a Perugia
Chiedi un appuntamento a Bologna
Chiedi un appuntamento a Ancona
Chiedi un appuntamento a Firenze
Chiedi un appuntamento a Roma
Chiedi un appuntamento a Napoli
Chiedi un appuntamento a Salerno
Chiedi un appuntamento Bari

Chiedi un appuntamento in altre città

PROGRAMMA DI COOPERAZIONE INTERREG ITALIA SVIZZERA

L’AdG ha approvato l’Avviso con Decreto Decreto dirigente struttura 25 giugno 2019 – n. 9248 pubblicato sul BURL Serie Ordinaria di Martedì 02 luglio 2019.

PROGETTI FINANZIABILI

Sarà possibile presentare progetti dal 26 giugno 2019 alle ore 12.00 al 31 ottobre 2019 alle ore 12.00 sui seguenti Assi del Programma:

  • Asse 3 Mobilità integrata e sostenibile che punta ad accrescere la qualità della mobilità transfrontaliera attraverso soluzioni di trasporto più efficienti, perché integrate, e più rispettose dell’ambiente.
  • Asse 4 Servizi per l’integrazione delle comunità che sostiene introduzione di soluzioni condivise per migliorare la fruizione e la qualità dei servizi socio-sanitari e socio-educativi, in particolare in favore delle persone con limitazioni dell’autonomia, affette da disabilità e a rischio di marginalità.
  • Asse 5 Rafforzamento della governance transfrontaliera che promuove le capacità di coordinamento e collaborazione delle Amministrazioni, anche in una logica di governance multilivello, e si propone di migliorare i processi di partecipazione degli stakeholders e della società civile.

TIPOLOGIE DI PROGETTI FINANZIABILI

Nell’ambito del presente Avviso il Programma finanzierà progetti di durata non superiore ai 24 mesi.

Le proposte progettuali dovranno far riferimento a un Asse, ad un Obiettivo Specifico del Programma e ad una o più tipologie di Azioni fra quelle previste per l’Obiettivo Specifico scelto.


In particolare, si ritiene utile sottolineare che le proposte progettuali presentate dovranno:

  • rispondere ad un bisogno comune del territorio italiano e svizzero, prevedere risultati che possano essere raggiunti in modo efficace agendo su entrambi i versanti e adottare un approccio transfrontaliero, “travalicando” pratiche già in uso a livello locale;
  • identificare output chiaramente quantificabili e verificabili, producendo risultati concreti e visibili;
  • proporre soluzioni che consentano di mantenere i risultati nel tempo, una volta che sia venuto meno il sostegno del Programma.

SMALL PROJECTS

Potranno inoltre essere finanziati in Asse 5 i cosiddetti “Small Projects”, progetti community-based a scala locale e di durata fino a 15 mesi finalizzati ad accrescere la consapevolezza dei vantaggi della cooperazione e migliorare il processo di integrazione dell’area di confine attraverso il coinvolgimento diretto della società civile.

  • A tal fine, non saranno previsti investimenti ma solo attività di creazione e rafforzamento di reti, scambio di esperienze ed altre attività, purché finalizzate al rafforzamento delle capacità amministrative e delle conoscenze degli attori locali volte a rimuovere gli ostacoli al dialogo interculturale e promuovere la conoscenza reciproca, il confronto e la collaborazione tra cittadini e tra istituzioni locali tra i due versanti della frontiera.
  • Tenuto conto delle suddette caratteristiche, della durata limitata e dei massimali di investimento previsti, gli Small Projects potranno prevedere fino a due WP ulteriori rispetto a quelli obbligatori e all’eventuale WP0 se presente.

DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione di parte italiana è pari a € 17.518.755,88 mentre quella di parte svizzera è pari a CHF 9.945.528,00.

BENEFICIARI

Sono ammessi a partecipare al presente Avviso in qualità di Capofila e/o partner:

  • i soggetti pubblici;
  • gli organismi di diritto pubblico che rispondano ai requisiti di cui al codice dei Contratti pubblici;
  • i soggetti privati aventi capacità giuridica.

REQUISITI

Tutti i soggetti candidati, pubblici o privati, dovranno possedere, alla data di candidatura della proposta progettuale, i seguenti requisiti di ammissibilità:

  • rientrare nelle categorie di Beneficiari ammissibili per ciascun Obiettivo Specifico del Programma, come indicate nel Quadro di riferimento per Asse e Obiettivo specifico;
  • per rivestire il ruolo di Beneficiario capofila di progetto in Italia e Svizzera, avere la sede legale o operativa nello spazio di cooperazione; potranno tuttavia rivestire il ruolo di Beneficiario capofila anche gli Enti pubblici lombardi o piemontesi con sede esterna all’area di Programma, purché abbiano competenze istituzionali sull’intero territorio regionale;
  • per rivestire il ruolo di partner, avere la sede legale o operativa nell’area di cooperazione oppure, per i soggetti candidati in Italia, avere sede esterna ai territori italiani dello spazio di cooperazione, ma realizzare attività progettuali nello spazio di cooperazione del Programma o attività che abbiano ricadute dirette nello spazio di cooperazione. Per parte svizzera, potranno partecipare partner con sede esterna ai Cantoni partecipanti al Programma solo in casi debitamente motivati;
  • per rivestire il ruolo di capofila e/o di partner negli Small Projects, avere la sede legale o operativa esclusivamente nell’area di cooperazione;
  • 5) possedere un’adeguata capacità amministrativa, finanziaria e operativa per assicurare la realizzazione delle attività progettuali e la copertura delle spese;
  • 6) rispettare la normativa in materia di sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro;
  • 7) rispettare le condizioni nei confronti dei lavoratori dipendenti non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro stipulati dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative nelle categorie di appartenenza, nonché ogni altra disposizione di legge in materia assistenziale e previdenziale;
  • 8) non essere stato oggetto nei precedenti 3 anni alla data di pubblicazione dell’Avviso di procedimenti amministrativi connessi ad atti di revoca disposti dall’Autorità di Gestione del PC Interreg V-A Italia Svizzera per violazione del principio di stabilità delle operazioni ovvero per irregolarità e negligenze nella realizzazione dell’intervento, oltre che nel caso di indebita percezione del contributo per dolo o colpa grave accertata con provvedimento giudiziario definitivo;
  • 9) rispettare la normativa in materia di Aiuti di Stato, qualora applicabile.
    I soggetti privati dovranno possedere, alla data di candidatura della proposta progettuale, oltre ai suddetti requisiti, anche i seguenti ulteriori requisiti di ammissibilità:
  • 10) essere rappresentati legalmente e/o amministrati da soggetti che non sono stati condannati con sentenza definitiva o decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale per reati gravi in danno dello Stato o della Unione Europea, per reati che incidono sulla moralità professionale, per reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio e per reati in danno dell’ambiente;
  • 11) essere in regola con la normativa antimafia1;
  • 12) non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui il soggetto privato si è stabilito2;
  • 13) essere rappresentati legalmente e/o amministrati da soggetti che non si sono resi colpevoli di gravi illeciti professionali, tali da rendere dubbia la loro integrità o affidabilità3;
  • 14) essere rappresentati legalmente e/o amministrati da soggetti che non sono iscritti nei casellari informatici pubblici per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione in merito a requisiti e condizioni rilevanti per la partecipazione a procedure di gara, finanziamenti o per l'affidamento di appalti o subappalti pubblici;
  • di non essere soggetti all’applicazione della sanzione interdittiva di cui all'articolo 9, comma 2, lettera c) e lettera d), del decreto legislativo dell'8 giugno 2001 n. 231 o ad altra sanzione  che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione ovvero l'esclusione da agevolazioni, finanziamenti, contributi o sussidi e l'eventuale revoca di quelli già concessi.

Le imprese e gli altri operatori economici dovranno inoltre possedere, alla data della candidatura della proposta progettuale, i seguenti requisiti:

  • configurarsi come micro o piccola o media impresa4;
  • configurarsi come grande impresa (solo per domande presentate in asse 3 Mobilità integrata e sostenibile);
  • essere regolarmente costituiti e iscritti nel Repertorio delle notizie Economiche e Amministrative (R.E.A.) oppure nel Registro delle imprese;
  • risultare in attività;
  • non trovarsi nella condizione di “impresa in difficoltà”;
  • non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coattiva, liquidazione volontaria, scioglimento e liquidazione, concordato preventivo (ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale) ed ogni altra procedura concorsuale prevista dalla Legge Fallimentare e da altre leggi speciali, né che hanno in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni nei propri confronti.

I suddetti requisiti devono essere posseduti anche al momento della firma della convenzione di finanziamento, pena la decadenza dai benefici eventualmente concessi.

REQUISITI PER I SMALL PROJECTS

In relazione agli Small Projects, il partenariato nel suo complesso dovrà inoltre rispettare i seguenti requisiti:

  • comprendere fino ad un massimo di 6 soggetti (italiani e svizzeri);
  • comprendere solo soggetti con sede legale o operativa in Regione e/o Provincia autonoma e Cantoni reciprocamente confinanti.

CONTRIBUTO MINIMO E MASSIMO

La quota FESR del contributo pubblico per parte italiana per ogni singolo progetto non potrà essere inferiore a 100.000 euro e non potrà superare in nessun caso la soglia di:

  • 1.000.000 euro per l’Asse 3;
  • 700.000 euro per gli Assi 4 e 5.

SOGLIE SMALL PROJECTS

Le suddette soglie non si applicheranno nello specifico agli Small Projects, che avranno un budget totale compreso tra 25.000 e 100.000 euro di parte italiana.

  • La partecipazione minima di ciascun partner non potrà essere inferiore a 5.000 euro (budget totale).

CONTRIBUTO

PER PARTE ITALIANA

I contributi del Programma sono concessi a fondo perduto per conseguire i risultati indicati nella proposta progettuale.

  • L’intensità del finanziamento di parte italiana sarà del 100% del costo ammesso per i beneficiari pubblici: 85% da risorse FESR e 15% da risorse messe a disposizione dallo Stato italiano.
  • Per i beneficiari privati il contributo pubblico sarà dell’85% del costo ammesso o altra soglia definita in base al regime di Aiuti.

Tali percentuali sono da intendersi come intensità massime; è fatta salva la possibilità per il Comitato Direttivo del Programma di stabilire un’eventuale riduzione del contributo concedibile a tutti i progetti, al fine di garantire con le risorse disponibili il finanziamento di un numero maggiore di interventi nell’ambito dello stesso Asse.

PER PARTE SVIZZERA

Sul fronte svizzero, il contributo pubblico Interreg può raggiungere al massimo il 50% del costo totale del progetto di parte svizzera, cumulando i contributi cantonali e i contributi federali.

Tale percentuale è da intendersi come intensità massima;

  • è fatta salva la possibilità per il Comitato Direttivo del Programma di stabilire un’eventuale riduzione del contributo concedibile ai progetti anche in dipendenza dal rispetto dei requisiti per accedere ai finanziamenti federali.
  • Per le proposte progettuali con Capofila ticinese o grigionese, gli stessi dovranno finanziare con fondi propri (monetari e/o in natura) almeno per il 25% del costo totale del progetto di parte svizzera. Nel caso di Capofila vallesani, tale soglia potrà essere raggiunta anche con il cofinanziamento dei Partner.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili a contributo le spese rendicontate e documentate in base ai criteri stabiliti nelle Linee guida per la presentazione e la gestione dei progetti, che rientrano nelle seguenti categorie:

  • spese di personale;
  • spese d’ufficio e amministrative;
  • spese di viaggio e soggiorno;
  • costi per consulenze e servizi esterni;
  • spese per attrezzature;
  • spese per infrastrutture e strutture edilizie (in Svizzera denominate: “Spese per eventuali opere infrastrutturali”).

DOMANDE

Le domande dovranno essere trasmesse utilizzando esclusivamente la procedura di invio telematico.

Le domande potranno essere presentate fino alle ore 12.00 di giovedì 31 ottobre 2019.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO

CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

 

 

SLIDER FINANZIAMENTI AGEVOLATI 800

 

 

ITALIA CONTRIBUTI SLIDER PRE FATTIBILITA GRATUITA 800

 

 

SABATINI PER ACQUISTO ATTREZZATURE 800

 

 

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO SLIDER 2019 800

 

 

SMART START BANNER 800X115

 

 

SLIDER CULTURA CREA 2019 800

 

 

RESTO AL SUD INVITALIA MISE SLIDER 800

 

 

SLIDER FINANZAIMENTO DI STRUTTURE PERMANENTI IN PAESI EXREA UE 800

 

 

CONTRATTI DI SVILUPPO IMPRESE AGROINDUSTRIALI BANNER 800 

 .

 .

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 800

 .

 . 

LIQUIDITà 800

 

 

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 800

 

 

 

 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

 

 

ITALIA CONTRIBUTI HEADER960.LOGO.500

 VI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UN'ALTRA REGIONE?

VISITA I NOSTRI SITI REGIONALI:

LombardiaContributi.it

PiemonteContributi.it

VenetoContributi.it

ValledAostaContributi.it

LiguriaContributi.it

TrentinoAltoAdigeContributi.it

FriuliVeneziaGiuliaContributi.it

EmiliaRomagnaContributi.it

ToscanaContributi.it

UmbriaContributi.it

MarcheContributi.it

LazioContributi.it

AbruzzoContributi.it

MoliseContributi.it

CampaniaContributi.it

PugliaContributi.it

BasilicataContributi.it

CalabriaContributi.it

SiciliaContributi.it

SardegnaContributi.it


 
Logo Italia Contributi
® ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO REGISTRATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO