MARCHE

MARCHE AREA DI CRISIMARCHE: apre lo sportello per l'area di crisi industriale non complessa.
RISORSE: oltre 5 milioni di euro per la concessione delle agevolazioni attraverso la Legge 181/89 destinate a iniziative imprenditoriali (tese al rafforzamento del tessuto produttivo locale) e all'attrazione di nuovi investimenti.
BENEFICIARI: le imprese costituite in forma di società di capitali, ivi incluse le società cooperative e le società consortili.
PROGRAMMI AMMESSI: purché realizzate nel territorio dei Comuni agevolati, sono ammissibili alle agevolazioni programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione.
IMPORTO AMMISSIBILE: progetti di invesimento con spese ammissibili non inferiori a 1,5 milioni di euro.
AGEVOLAZIONE: le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti, dell’eventuale contributo diretto alla spesa e del finanziamento agevolato.
FINANZIAMENTO AGEVOLATO: è concesso per un valore compreso tra il 30% ed il 50% degli investimenti ammissibili. La percentuale del finanziamento agevolato è indicata dal soggetto beneficiario in modo irrevocabile in sede di presentazione della domanda.
CONTRIBUTO: l'importo massimo del contributo in conto impianti e dell'eventuale contributo diretto alla spesa è determinato, in relazione all'ammontare del finanziamento agevolato, nei limiti delle intensità massime di aiuto previste dal Regolamento GBER, fermo restando che la somma del finanziamento agevolato, del contributo in conto impianti, dell'eventuale contributo diretto alla spesa non può essere superiore al 75% degli investimenti ammissibili.
LOCALIZZAZIONE: per l’accesso ai benefici di cui al presente Avviso, le iniziative imprenditoriali devono essere realizzate nel territorio dei Comuni agevolati.DOMANDE: scadenza 1 aprile 2019.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

MARCHE INVESTIMENTI PRODUTTIVIMARCHE: sostegno agli investimenti produttivi al fine del rilancio della crescita economica e della competitività.
FINALITA': favorire reali processi di innovazione tecnologica e digitale, delle MPMI manifatturiere marchigiane, attraverso il sostegno a nuovi investimenti materiali ed immateriali, nell’ottica del “Piano Nazionale Industria 4.0“.
CONTRIBUTI: l’intervento prevede la concessione di contributi in conto capitale alle imprese per la realizzazione di programmi di investimento finalizzati al trasferimento ed all’applicazione delle nuove tecnologie digitali, nell’ambito della loro catena del valore: dalla logistica alla produzione, dalla produzione alla vendita e al marketing fino ai servizi post vendita a supporto del cliente.
SOSTEGNO ALLE POLITICHE DEL LAVORO: il supporto agli investimenti  sarà connesso con interventi di sostegno alle politiche del lavoro e della formazione con specifico riferimento all’attivazione nell’impresa proponente, di almeno un tirocinio di inserimento/reinserimento lavorativo per il conseguimento  degli obiettivi previsti dal presente bando. 
BENEFICIARI: micro, piccole e medie imprese marchigiane, in forma singola.
RISORSE: € 6.760.062,31
INVESTIMENTO MINIMO: € 25.000,00.
CONTRIBUTO MASSIMO: € 200.000,00. 
DOMANDE : dall’11 febbraio  2019 fino al 3 aprile 2019

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

FINANZIAMENTO SU ANTICIPO FATTURE 48 ore.150

MARCHE AGRITURISMOMARCHE, AGRITURISMO: sviluppo di attività non agricole nel settore dell’agriturismo.
FINALITA': la misura è finalizzata a sviluppare nuovi filoni di attività nella logica di una azienda agricola multifunzionale.
BENEFICIARI: imprenditori agricoli.
REQUISITI DEL RICHIEDENTE: la domanda di aiuto può essere presentata da Imprenditori Agricoli in possesso dell’iscrizione all’Elenco Regionale degli Operatori Agrituristici.
INVESTIMENTI AMMESSI: investimenti finalizzati e funzionali all’esercizio dell’agriturismo che facciano riferimento alla trasformazione di locali e/o edifici esistenti sul fondo, da destinare alla fornitura di servizi di ospitalità e di somministrazione alimenti e bevande e/o alla fornitura di attività o servizi complementari e/o alla realizzazione di strutture sportive e/o ricreative e/o didattiche di dimensione e caratteristiche compatibili con l’attività agricola dell’azienda e con la dotazione strutturale ed infrastrutturale delle aree rurali.
TIPOLOGIE AMMESSE: ospitalità; somministrazione alimenti e bevande; fattoria didattica; attività e servizi complementari etc.
CONTRIBUTO: in conto capitale, con le modalità stabilite dal regime «de minimis». L’entità massima di aiuto che è possibile riconoscere per le diverse tipologie di intervento, relativamente ad ogni progetto approvato, è pari a 200.000,00 euro. L’’intensità di aiuto è riportata nella tabella in basso.
DOMANDA: scadenza 28 febbraio 2019

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCO CHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO  

MARCHE ENERGIA PER LE IMPRESEMARCHE: l'apertura dello sportello del Bando "Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l'installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l'autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza" è stato prorogato alle ore 10:00 del 04 aprile 2018.
BANDO POR FESR 14-20 " Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l'installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l'autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza".
RISORSE: dotazione finanziaria pari a € 9.836.644,00
FINALITÀ: agevolare le imprese alla transizione  verso un'economia a basse emissioni di carbonio. 
BENEFICIARI: Micro, Piccole, Medie Imprese (MPMI) che hanno sede o unità locale nel territorio delle Marche.
MASSIMALE DI INVESTIMENTO :per le Micro/Piccole/Media Imprese e le Grandi Imprese l’importo massimo delle spese ammissibili è pari a 250.000,00 €, fermo restando il rispetto delle soglie individuate dalla normativa sugli aiuti concessi ai sensi del Regolamento (UE) N. 1407/2013 De Minimis.
AGEVOLAZIONE: L'incentivazione può coprire fino all’80% delle spese ritenute ammissibili.
PROCEDURA : la partecipazione al bando prevede la procedura "Just in time". 
FONDO ENERGIA: le imprese possono chiedere anche in abbinamento al contributo, l'intervento del fondo energia e mobilità istituito dalla Regione Marche (Leggi tutto)
DOMANDE: dal 4 aprile 2018.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

MARCHE ENERGIA PER LE IMPRESEMARCHE: approvato il bando Por Fesr 14-20 " Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l'installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l'autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza".
RISORSE: dotazione finanziaria pari a € 9.836.644,00
FINALITÀ: agevolare le imprese alla transizione  verso un'economia a basse emissioni di carbonio.
BENEFICIARI: Micro, Piccole, Medie Imprese (MPMI) che hanno sede o unità locale nel territorio delle Marche.
MASSIMALE DI INVESTIMENTO :per le Micro/Piccole/Media Imprese e le Grandi Imprese l’importo massimo delle spese ammissibili è pari a 250.000,00 €, fermo restando il rispetto delle soglie individuate dalla normativa sugli aiuti concessi ai sensi del Regolamento (UE) N. 1407/2013 De Minimis.
AGEVOLAZIONE: L'incentivazione può coprire fino all’80% delle spese ritenute ammissibili.
PROCEDURA : la partecipazione al bando prevede la procedura "Just in time".
DOMANDE: dal 28 febbraio 2018.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

MARCHE AREA DI CRISI DEL PICENO 2MARCHE, AREA DI CRISI DEL PICENO: apportate modifiche al bando per le start up e le imprese già esistenti dell’area di crisi del piceno.
In particolare sono state adeguate le disposizioni sull'incremeto occupazionale per adeguarlo alle disposizioni della Legge Fornero. Inoltre il Il Bando per i due territori in crisi dell’Accordo di Programma Merloni e della Provincia di Pesaro Urbino, è stato poi esteso anche all'area del Piceno a seguito della stipula dell’Accordo di programma per l’area di crisi complessa del Piceno, Val Vibrata Valle del Tronto.
TERRITORI INTERESSATI: sono interessate le attività produttive dei 33 comuni della provincia di Ascoli Piceno e degli 8 del Fermano che rientrano nell’Accordo di programma per l’area di crisi complessa del Piceno-Val Vibrata -Valle del Tronto.
CONTRIBUTO: a queste imprese si applicano le agevolazioni sotto forma di contributo a fondo perduto già previste dal bando Por Fesr per le altre aree di crisi marchigiane, ex Merloni e Pesarese, emanato nel mese di luglio dello scorso anno.
AREA DI CRISI DEL PICENO: per il Piceno si è dovuto attendere la stipula del previsto Accordo di programma, avvenuta il 28 luglio scorso, e adesso verranno agevolati gli investimenti produttivi, favorendo le opportunità che il territorio saprà indicare e incentivando l’occupazione.
PROGETTI FINANZIABILI: Saranno finanziabili i progetti, presentati da start up (micro e piccole imprese) costituite da meno di tre anni, di importo fino a 400 mila euro e i progetti di investimento produttivo, eventualmente integrati con progetti di innovazione dell’organizzazione, per l’ampliamento e la diversificazione della produzione di imprese già esistenti (micro, piccole e medie imprese) di entità inferiore a 1,5 milioni di euro.
PROGRAMMA OCCUPAZIONALE: anche in questo caso l’impresa deve assicurare, nel corso della realizzazione del progetto, un programma occupazionale, a seconda dei casi, per il mantenimento e/o l’incremento dell’occupazione in azienda.
Requisiti di accesso ai benefici, modalità di presentazione delle domande e procedura di valutazione sono gli stessi del bando emanato nel 2016 per l’area ex Merloni e Pesarese.
RISORSE: la dotazione complessiva, a disposizione del territorio Piceno, ammonta a circa 5,857 milioni di euro.
PROGETTI DI IMPORTO SUPERIORE: per i progetti di importo superiore a 1,5 milioni di euro si dovrà invece attendere l’Avviso pubblico di attuazione della legge 181/89, a cura del ministero dello Sviluppo Economico, la cui pubblicazione è prevista, indicativamente, entro la fine di settembre 2017.
DOMANDE: Le micro, piccole e medie imprese del territorio potranno inviare i progetti fino ad esurimento fondi.

CHIEDI INFORMAZIONI 200PX 5 BIANCOCHIEDI APPUNTAMENTO 200 PX BIANCO

 

 

MARCHE.MODALa Regione Marche ha approvato il bando per sostenere i settori del made in italy nell’ ambito del Mor Marche Fesr 2014-2020.

Nell’ambito della nuova programmazione regionale dei fondi strutturali previsti dal POR MARCHE FESR 2014-2020 “Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione” è stato avviato dalla Regione Marche l’intervento per promuovere e sostenere l’innovazione nei processi, nell’organizzazione  e nei servizi, al fine della realizzazione di prodotti nuovi e/o significativamente migliorati rispetto a quelli offerti  dall’impresa e/o rispetto ai mercati di riferimento.
Il bando prevede la concessione di contributi in conto capitale, alle imprese singole o in forma aggregata che proporranno progetti di innovazione volti alla ideazione, allo sviluppo e alla commercializzazione di nuove collezioni di prodotti nei settori del made in Italy.

Il contributo in conto capitale è previsto in misura variabile, dal 10% al 50% delle spese ammesse, a seconda della dimensione dell'impresa e della tipologia di spesa.
La domanda di partecipazione dovrà essere compilata on line entro il 17/05/2016. Chiedi informazioni

marche.agricolturaREGIONE MARCHE: contributi a sostegno di investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra–agricole negli agriturismo.

Si tratta di agevolare lo sviluppo di attività non agricole nel settore dell’agriturismo.

In particolare La misura è finalizzata a sviluppare nuovi filoni di attività nella logica di una azienda agricola multifunzionale. 

Beneficiari sono tutti gli imprenditori agricoli.

Domande entro il 29 aprile 2016.  Chiedi informazioni

crescimarcheLa regione Marche ha approvato i primi Bandi che saranno operativi subito dopo l’approvazione del Piano Finanziario del Programma da parte del Consiglio Regionale.
Si tratta di fondi pari a 337 milioni di euro finalizzati a promuovere la competitività e lo sviluppo sostenibile del territorio.
Le domande di accesso ai benefici potranno, pertanto, essere presentante solo dopo la formale approvazione dei bandi e la loro pubblicazione sul BURM.
Sono previsti contributi a fondo perduto e agevolazioni per incentivare ricerca industriale e sviluppo sperimentale, innovazione aziendale e introduzione di ICT nelle imprese, e favorire la partecipazione delle micro, piccole e medie imprese ai programmi comunitari a gestione diretta della commissione europea. Maggiori informazioni

MARCHE.AREE.DI.CRISIMarche: modificato  il bando per lo Sostegno allo start up, sviluppo e continuità di impresa nelle aree di crisi. In particolare vengono apportate integrazioni relativamente alla tempistica di realizzazione dei progetti.
Si tratta del bando di accesso ai contributi in conto capitale, sotto forma di contributo a fondo perduto, alle micro, piccole e medie imprese, per la realizzazione di progetti finalizzati allo start up, allo sviluppo e alla continuità di impresa nelle aree di crisi produttiva e occupazionale  della Regione Marche, in attuazione dell’azione 7.1, OS 7, Asse 3 del POR MARCHE FESR 2014/2020.
FINALITA' Il Bando prevede la concessione di contributi in conto capitale, sotto forma di contributo a fondo perduto, alle micro e piccole imprese per progetti di start up, alle micro, piccole e medie imprese per progetti  di sviluppo produttivo (ampliamento, diversificazione, riattivazione), di rilocalizzazione totale o parziale della produzione del Made in Italy, anche integrati con progetti di innovazione dell’organizzazione aziendale, e per progetti di trasferimento di impresa per favorirne la continuità.
PROGRAMMI AMMESSI: verranno finanziati programmi di investimento afferenti attività manifatturiere e di servizi alla produzione, nonché delle industrie culturali e creative, mentre per i progetti di rilocalizzazione (reshoring) le attività finanziate riguarderanno le produzioni del ”Made in Italy”.
PROGRAMMA OCCUPAZIONALE: i progetti dovranno essere fortemente  connessi ad un programma occupazionale finalizzato in taluni casi al mantenimento dei livelli occupazionali, in altri all’incremento degli addetti in azienda.
CONTRIBUTI: le intensità di aiuto sono differenziate in base alla dimensione di impresa, alle tipologia di spesa, all’ubicazione degli investimenti programmati (zone art. 107 3c o fuori carta aiuti a finalità regionale) e alla tipologia dell’incremento occupazionale.
INVESTIMENTO MINIMO: 75.000 euro per i progetti di start up, di € 150.000,00 per i progetti di investimento produttivo e di reshoring, di € 100.000,00 per i progetti di trasferimento di impresa.
DOMANDE: a sportello.

CHIEDI INFORMAZIONICHIEDI APPUNTAMENTO

MARCHE.AREE.DI.CRISIMarche: approvato il bando per lo Sostegno allo start up, sviluppo e continuità di impresa nelle aree di crisi.

Con DDPF n. 59/ACF del 31/05/2016 è stato approvato il bando di accesso ai contributi in conto capitale, sotto forma di contributo a fondo perduto, alle micro, piccole e medie imprese, per la realizzazione di progetti finalizzati allo start up, allo sviluppo e alla continuità di impresa nelle aree di crisi produttiva e occupazionale  della Regione Marche, in attuazione dell’azione 7.1, OS 7, Asse 3 del POR MARCHE FESR 2014/2020.

Il Bando prevede la concessione di contributi in conto capitale, sotto forma di contributo a fondo perduto, alle micro e piccole imprese per progetti di start up, alle micro, piccole e medie imprese per progetti  di sviluppo produttivo (ampliamento, diversificazione, riattivazione), di rilocalizzazione totale o parziale della produzione del Made in Italy, anche integrati con progetti di innovazione dell’organizzazione aziendale, e per progetti di trasferimento di impresa per favorirne la continuità.

Verranno finanziati programmi di investimento afferenti attività manifatturiere e di servizi alla produzione, nonché delle industrie culturali e creative, mentre per i progetti di rilocalizzazione (reshoring) le attività finanziate riguarderanno le produzioni del ”Made in Italy”.

I progetti dovranno essere fortemente  connessi ad un programma occupazionale finalizzato in taluni casi al mantenimento dei livelli occupazionali, in altri all’incremento degli addetti in azienda.
Le intensità di aiuto sono differenziate in base alla dimensione di impresa, alle tipologia di spesa, all’ubicazione degli investimenti programmati (zone art. 107 3c o fuori carta aiuti a finalità regionale) e alla tipologia dell’incremento occupazionale.
L’investimento minimo ammissibile sarà pari a 75.000 euro per i progetti di start up, di € 150.000,00 per i progetti di investimento produttivo e di reshoring, di € 100.000,00 per i progetti di trasferimento di impresa.

Domande dal 14 luglio 2016. Richiedi informazioni

marche.imprese.culturaliL'intervento intende favorire l'accesso a forme di finanziamento dell’attività di impresa delle PMI del comparto culturale della Regione Marche attraverso la concessione di un finanziamento agevolato. L'agevolazione consiste in finanziamento a tasso zero fino a 150.000 da restituire in 60 mesi oltre ad un periodo di pre-ammortamento. Sono ammissibili al finanziamento del presente Fondo le iniziative destinate a operazioni di sviluppo a fronte di investimenti e a operazioni di riequilibrio finanziario.
In data 08/05/2014 sono state modificate le disposizioni attuative e le modifiche riguardano: la riduzione del tasso di interesse dall’1% portando il finanziamento a tasso zero e l'esclusione della presentazione della fideiussione per quelle imprese che non chiedono l’anticipazione a fronte di investimenti, ma presentano direttamente la richiesta di prima erogazione o SA.Bando Aperto.

marche.psr.200Marche: la Giunta regionale ha approvato altri undici bandi del Programma di sviluppo rurale (Psr) 2014-2020.
Complessivamente sono venticinque quelli già operativi sulla base della nuova programmazione del Psr e 160 i milioni di euro impegnati sui 538 milioni disponibili per il prossimo settennio.

Si tratta di una iniziativa per consentire al settore agricolo marchigiano di accedere celermente alle risorse europee.

Approvare i primi 25 bandi in un lasso di tempo contenuto è un’opportunità per il territorio marchigiano.

Il Psr promuove la competitività dell’agricoltura marchigiana, la gestione sostenibile delle risorse naturali, l’innovazione e lo sviluppo delle zone rurali. Settori che consentono al sistema agroalimentare delle Marche di rafforzare il proprio ruolo, a sostegno del reddito e della crescita economica dall’intera regione”.

Gli undici bandi approvati riguardano la longevità attiva in ambito rurale e l’agricoltura sociale, il benessere degli animali, il sostegno allo sviluppo locale (Leader) e alle attività aziendali non agricole, le aree montane, la produzione biologica, la conservazione del patrimonio genetico vegetale, la gestione di pascoli, le compensazioni agricole (per la zone Natura 2000). Richiedi informazioni

MARCHE.IMPRESE.COMMERCIALILa Regione Marche ha approvato un nuovo programma di interventi per le imprese commerciali che mette a disposizione 800 mila euro.
FINALITA': promuovere e incentivare misure concrete di sostegno alle imprese commerciali. Con questo obiettivo la giunta regionale, nell’ultima seduta, ha approvato un programma articolato di interventi a favore delle PMI commerciali mettendo a disposizione complessivamente 800 mila euro di contributi e stabilendone i criteri per l’assegnazione.
Si tratta di tre provvedimenti distinti ma riuniti sotto un unico piano che ha la finalità di riqualificare e valorizzare il Commercio marchigiano, fissando criteri che tengono conto dell’attuale momento di difficoltà economica.
CRITERI: particolare attenzione alla valorizzazione dei centri storici, a imprese guidate da titolari giovani, alle donne e a chi ha perso il lavoro. Ulteriore attenzione viene posta anche alla sicurezza delle attività commerciali che più di altre sono sottoposte a rischio criminalità e, inoltre, ai centri commerciali naturali.
INTERVENTI AMMISSIBILI: tra gli interventi programmati rientrano quelli destinati a progetti per la riqualificazione delle imprese commerciali in aree, vie o piazze, specialmente quelle dei centri storici,  a imprese commerciali nei comuni sotto i 5000 abitanti per la stessa tipologia di azione. Sono ammissibili al contributo anche interventi che hanno come oggetto la ristrutturazione, l’ampliamento di locali da adibire ad attività di commercio o al deposito di merci, nonchè l’acquisto di attrezzature e arredi.
PRIORITA': tra le altre, una priorità di punteggio nella graduatoria è stata data alle nuove imprese (create dopo il 1° gennaio 2015), ai titolari di esercizi tra i 18 e i 35 ani di età, a chi ha perso un lavoro subordinato nell’ultimo triennio.
BENEFICIARI: micro, medie e piccole imprese commerciali di vendita al dettaglio e di somministrazione di alimenti e bevande.
CONTRIBUTO: contributo in conto capitale del 15% della spesa ammissibile che non può essere inferiore a 15 mila euro né superiore a 80 mila.
DOMANDA: a breve sarà pubblicato il bando con il termine e le modalità di presentazione delle domande.

CHIEDI INFORMAZIONI CHIEDI APPUNTAMENTO

NUOVA SABATINI

NUOVA SABATINI 2019 2020

CHIEDI APPUNTAMENTO

chiedi appuntamento 2 Giallo

STRUTTURE PERMANENTI IN PASI EXTRA UE

UFFICI NEGOZI SHOW ROOM permanenti in paesi extra ue

TROVA IL MIO CONTRIBUTO

TROVA IL MIO CONTRIBUTO

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2019

CERCA

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI.300

 

IMPRESE SOCIALI

MISE IMPRESE SOCIALI 250

 

ESPANSIONE ALL'ESTERO

mise.internazionalizzazione 2

CONTRATTO DI SVILUPPO TURISTICO

CONTRATTI DI SVILUPPO TURISTICO

START UP INNOVATIVE

SMART START 2019

CULTURA CREA 2019 LINEA 1

CULTURA CREA nuove imprese dellindustria culturale 2019

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

CULTURA CREA 2019 LINEA 2

CULTURA CREA SOCIETA IMPRESE GIA COSTITUITE ALMENO DA 3 ANNI DELLINDUSTRIA CULTURALE E TURISTICA 2019 2

CULTURA CREA LINEA 3

CULTURA CREA ONLUS ONG. COOPERATIVE SOCIALI E VOLONTARIATO OPERATIVI NEL SETTORE DELLINDUSTRIA CULTURALE 2019

CONTRATTO DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2018

CONTRATTO DI SVILUPPO INDUSTRIALE

CONTRATTI DI SVILUPPO INDUSTRIALE

RICERCA E SVILUPPO

RICERCA E SVILUPPO SCIENZA DELLA VITA

TROVA IL MIO CONTRIBUTO

TROVA IL MIO CONTRIBUTO 300

IMPRESE AGROINDUSTRIALI

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE 250

INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE

INTERNAZIONALIZZAZIONE SPESE PROMOZIONALI INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE 250

Patrimonializzazione delle Pmi Esportatrici

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PATRIMONIALIZZAZIONE.PMI 250

MARCHI+3

MARCHI3 2018 MISE

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

PULSANTE FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

CULTURA CREA 2019

CULTURA CREA 2019

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

AGEVOLAZIONI PER L'EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 250

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO 2017

START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

Iscriviti alla Newsletter

IMPRESE E COOPERATIVE SOCIALI

MISE ECONOMIA SOCIALE

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

Banca nazionale delle Terre Agricole

ismea banca nazionale delle terre agricole

ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

RICERCA.SVILUPPO ACCORDI PER LINNOVAZIONE.250

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO PULSANTE QUADRATO

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

SMART & START ITALIA 2017

SMART.E.START.250

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

CONTRATTI DI SVILUPPO PER LA TUTELA AMBIENTALE

MISE TUTELA AMBIENTALE ENERGIA E GAS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO PER DONNE E GIOVANI

INVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO

Beni Sequestrati alla Criminalità

MISE BENI SEQUESTRATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

AGEVOLAZIONI INTERNAZIONALIZZAZIONE E EXPORT

mise.internazionalizzazione

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI


HORIZON 2020 - PON IMPRESE & COMPETITIVITA'

PON 2014 2020 RICERCA SVILUPPO

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

MICROCREDITO E FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

BENI CULTURALI: IMPRESE CREATIVE

PON.FESR.CULTURA

LIFE (2014-2020) Programma per l’ambiente e l’azione per il clima

AMBIENTE.PROGRAMMA.LIFE

No Profit, Sociale e Volontariato

NOPROFIT.SOCIALE.VOLONTARIATO

Selfiemployment - Microcredito ai Giovani

SELFIEMPLOIEMENT.GIOVANI.NEED.UNDER.29

FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Agevolazioni inserimento sui mercati esteri

INTERNAZIONALIZZAZIONE.CREDITI.ESPORTAZIONE

CERCA

Partecipazione a Fiere

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PRIMA PARTECIPAZIONE.FIERE.E.MOSTRE

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI