PIEMONTE.MICROCREDITOPiemonte: piano straordinario per l’occupazione. Misura I.6 - Microcredito.

La Finalità della misura è quella di Favorire l’accesso al credito ai soggetti che non sono in grado di fare autonomamente ricorso al credito bancario ordinario (soggetti non bancabili).

Beneficiari sono le imprese di nuova costituzione in forma giuridica di società di persone, società cooperative di produzione lavoro, incluse le società cooperative sociali, e ditte individuali. Le imprese devono essere interamente formate da soggetti non bancabili e devono presentare domanda di agevolazione entro 12 mesi dalla data di costituzione e devono avere sede legale ed operativa nel territorio della Regione Piemonte. Inoltre sono beneficiari anche i soggetti non bancabili titolari di Partita Iva nella fase di avvio della attività, che abbiano sede operativa fissa in Piemonte. Le domande devono essere presentate entro 12 mesi dall’attribuzione della Partita Iva.

L'agevolazione consiste nel rilascio di una garanzia gratuita sull’80% di un finanziamento agevolato di importo compreso tra i 3.000 € e 25.000 €. Durata del finanziamento 48 mesi (di cui 6 di preammortamento) per importi fino ad un massimo di € 10.000; 72 mesi (di cui 12 di preammortamento) per importi fino ad un massimo di € 25.000. 

Misura a Sportello. Fondi disponibili. Chiedi informazioni

logobisbordino

Chiedi un Appuntamento a Milano

Chiedi un appuntamento in altre citta'

Chiedi informazioni

Chiedi una Pre-Fattibilità

Piemonte: piano straordinario per l’occupazione. 

MISURA I.6 - MICROCREDITO


FINALITÀ

Favorire l’accesso al credito ai soggetti che non sono in grado di fare autonomamente ricorso al credito bancario ordinario (soggetti non bancabili).


BENEFICIARI

  • IMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE.

    Imprese di nuova costituzione in forma giuridica di società di persone, società cooperative di produzione lavoro, incluse le società cooperative sociali, e ditte individuali operanti nei settori ammessi dal Regolamento n. 1998/2006 (“De minimis”).

    Le imprese devono essere interamente formate da soggetti non bancabili e devono presentare domanda di agevolazione entro 12 mesi dalla data di costituzione (per le ditte individuali dalla data di iscrizione al Registro imprese) e devono avere sede legale ed operativa nel territorio della Regione Piemonte.

 

  • TITOLARI DI PARTIVA IVA

    Soggetti non bancabili titolari di Partita Iva nella fase di avvio della attività, che abbiano sede operativa fissa in Piemonte.

    Le domande devono essere presentate entro 12 mesi dall’attribuzione della Partita Iva.


SPESE AMMISSIBILI

Spese sostenute dalla data di costituzione dell’impresa o di attribuzione della Partita IVA fino a 24 mesi dall’erogazione del finanziamento.


IMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE

  • Spese in conto gestione;
  • acquisto di brevetti, realizzazione di sistemi di qualità, certificazioni di qualità, ricerca e sviluppo;
  • opere murarie e ristrutturazioni;
  • impianti, macchinari e attrezzature, software, arredi funzionali;
  • investimenti per la sicurezza;
  • spese di intermediazione con gli operatori immobiliari per la nuova collocazione dell’impresa;
  • mezzi di trasporto, limitatamente ai casi in cui risultino indispensabili per l’attività;
  • sistemi informativi integrati per l’automazione, impianti automatizzati o robotizzati, software;
  • spese generali nel limite del 10% della spesa complessiva ritenuta ammissibile.



TITOLARI DI PARTIVA IVA

  • Spese in conto gestione relative a locazione immobili, formazione e aggiornamento, servizi e materiali di consumo;
  • attrezzature e arredi da ufficio.
  • Sono ritenuti ammissibili anche i beni usati.
  • Non sono ritenute ammissibili i beni acquisiti o da acquisire mediante contratto di locazione finanziaria e le spese sostenute per l’utilizzo di un marchio in franchising.
    Sono escluse le spese di gestione relative al personale nonché i rimborsi ai soci e le spese auto fatturate.
  • I corsi di formazione professionale devono essere forniti da operatori accreditati per l’erogazione di attività di formazione professionale dalla Direzione regionale competente o da Enti qualificati e non devono essere stati finanziati con altre agevolazioni pubbliche.


AGEVOLAZIONE

Garanzia gratuita sull’80% di un finanziamento agevolato di importo compreso tra i 3.000 € e 25.000 €, erogato da una banca convenzionata.

 

FINANZIAMENTO

  • 48 mesi (di cui 6 di preammortamento) per importi fino ad un massimo di € 10.000;
  • 72 mesi (di cui 12 di preammortamento) per importi fino ad un massimo di € 25.000.

 

DOMANDA

La domanda deve essere inviata telematicamente e confermata con due originali cartacei inviati con raccomandata A/R.


ITER

  • Le domande saranno esaminate da un Gruppo Tecnico di Valutazione che esprimerà un parere sulla finanziabilità della domanda, sull’ammissibilità e sulla congruità dei costi dichiarati.
  • La concessione della garanzia avviene in seguito all’approvazione del Comitato Tecnico e dell’istituto prescelto.
  • Normativa Comunitaria di riferimento Regolamento (CE) n. 1407/2013 – De minimis

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

.

RICHIEDI