TRENTO.ACCESSO.AL.CREDITOTrento: Facilitazioni per l'accesso al credito.
Possono accedere alle agevolazioni le imprese, i consorzi di imprese, gli enti e le associazioni per le attività d’impresa.
Gli strumenti agevolativi intervengono su due fronti: rafforzamento finanziario e patrimoniale delle imprese e sostegno al sistema delle garanzia finanziarie.
Sul fronte della patrimonializzazione sono previsti i seguenti interventi: capitalizzazione sostenuta attraverso i prestiti partecipativi e rafforzamento patrimoniale delle imprese con l’apporto di nuove risorse pubbliche -private da parte di terzi (private equity).
La Provincia destina in tal senso specifiche risorse per promuovere, tramite appositi fondi partecipativi, il capitale di rischio delle imprese. 
Richiedi informazioni


Logo Italia Contributi

 

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Richiedi una Pre-Fattibilità

 

 

TRENTO: FACILITAZIONI PER L'ACCESSO AL CREDITO

 

BENEFICIARI


Possono accedere alle agevolazioni:

  • le imprese,
  • i consorzi di imprese,
  • gli enti e le associazioni per le attività d’impresa.

 

FINALITA'

GLI STRUMENTI AGEVOLATIVI INTERVENGONO SU DUE FRONTI:

  • rafforzamento finanziario e patrimoniale delle imprese;

  • sostegno al sistema delle garanzia finanziarie.

 

PATRIMONIALIZZAZIONE

Sul fronte della patrimonializzazione sono previsti i seguenti interventi:

  • capitalizzazione
    (per PMI, società di persone, di capitali e imprese individuali)
    sostenuta attraverso i prestiti partecipativi;

  • rafforzamento patrimoniale delle imprese
    (cooperative e società di capitali artigiane in particolare)
    con l’apporto di nuove risorse pubbliche -private da parte di terzi (private equity).
    La Provincia destina in tal senso specifiche risorse per promuovere, tramite appositi fondi partecipativi, il capitale di rischio delle imprese.

 

GARANZIE FINANZIARIE

Sul fronte del rafforzamento del sistema di garanzie finanziarie sono previsti i seguenti interventi
attuati tramite i Confidi Confidimpresa Trentino s.c. (imprese del settore industriale, commerciale, turistico) Cooperfidi s.c.(imprese del settore cooperativo) e Cooperativa Artigiana di Garanzia s.c. (imprese del settore artigiano):

  • specifici finanziamenti provinciali per l’adeguamento patrimoniale degli stessi Confidi finalizzati alla costituzione e all’integrazione dei relativi fondi rischi per la concessione di garanzie agli associati a fronte di operazioni di credito;
    costituzione di uno specifico fondo, presso i Confidi, destinato alla garanzia di operazioni di finanziamento da parte delle Banche alle imprese del territorio, per l’anticipazione dei contributi in annualità riguardanti investimenti completati nel periodo 2008 – 2012;
  • attivazione della moratoria sui finanziamenti agevolati per consentire la sospensione del rimborso della quota capitale riferita alle rate di mutuo o ai canoni di operazioni di leasing e prolungamento della durata dei mutui in presenza di contributi provinciali;
  • “pacchetto integrato”. Lo strumento racchiude un finanziamento creditizio, la garanzia dei Confidi e un contributo agevolativo finalizzato a ridurre gli oneri dell’indebitamento;
  • assegnazione ai Confidi di finanziamenti in relazione alla sottoscrizione da parte degli stessi enti di garanzia con il sistema bancario, di convenzioni per la concessione di finanziamenti con garanzia “a prima richiesta” con limite massimo di perdita complessiva predefinito (garanzia cappata);
  • integrazione dei fondi istituiti presso i Confidi a presidio delle garanzie concesse, per la costituzione di un plafond aggiuntivo di garanzie finalizzato alla concessione alle imprese con temporanee difficoltà finanziarie, ma con prospettive di continuità e di rilancio, di nuovi finanziamenti a breve termine, garantiti dai Confidi nella misura del 50%.

E' stato inoltre costituito un fondo di rotazione ad alimentazione mista (pubblico – privata), volto ad attenuare le carenze di liquidità strutturale persistenti in alcuni segmenti del sistema bancario locale, per consentire alle banche di offrire alle imprese condizioni di accesso al credito meno onerose.

 

DOMANDA

  • Le domande di accesso alle agevolazioni sono presentate direttamente agli enti di garanzia che curano l’istruttoria.
  • Le domande di accesso alle agevolazioni sono esaminate ed istruite dai Confidi.

 

AGEVOLAZIONE

Le misure di agevolazione sono determinate in relazione alla singola tipologia di intervento.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI

 

 

Logo Italia Contributi