marche.agricolturaREGIONE MARCHE: contributi a sostegno di investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra–agricole negli agriturismo.

Si tratta di agevolare lo sviluppo di attività non agricole nel settore dell’agriturismo.

In particolare La misura è finalizzata a sviluppare nuovi filoni di attività nella logica di una azienda agricola multifunzionale. 

Beneficiari sono tutti gli imprenditori agricoli.

Domande entro il 29 aprile 2016.  Chiedi informazioni

 

REGIONE MARCHE - SOSTEGNO A INVESTIMENTI

logobisbordino

Chiedi un Appuntamento a Milano

Chiedi un appuntamento in altre citta'

Chiedi informazioni

Chiedi una Pre-Fattibilità

NELLA CREAZIONE E NELLO SVILUPPO DI ATTIVITÀ EXTRA–AGRICOLE

OPERAZIONE A) AZIONE 1 – AGRITURISMO

FINALITÀ

La sottomisura si pone l’obiettivo di sostenere azioni volte a sviluppare o migliorare la capacità di accoglienza turistica da parte delle aziende agricole multifunzionali consentendo loro sia di accrescere le proprie potenzialità economiche sia, contestualmente, di sostenere lo sviluppo economico e sociale delle aree in cui le stesse aziende sono localizzate.


In particolare attraverso gli investimenti nel settore dell’agriturismo si intende sviluppare, accrescere e consolidare l’offerta dei “saperi” che il mondo rurale è in grado di proporre quali ad esempio la cultura enogastronomica regionale soprattutto attraverso le produzione di qualità, le bellezze ambientali del territorio, il patrimonio storico ed architettonico locale.


A TAL FINE LE FINALITÀ CHE SI INTENDONO PERSEGUIRE SONO:

  • ‐ la qualificazione dell’accoglienza turistica attraverso un miglioramento della qualità dei servizi da parte delle aziende agrituristiche;

 

  • ‐ l’introduzione di servizi innovativi attraverso lo sviluppo delle attività complementari, didattiche, ricreative e sportive volte ad ottenere un aumento del numero degli ospiti e la loro permanenza.


AMBITO TERRITORIALE
La presente sottomisura si applica sull’intero territorio della Regione Marche

 

REQUISITI

 

Requisiti del soggetto richiedente

La domanda di aiuto può essere presentata da Imprenditori Agricoli, così come individuati dall’articolo 2135 del codice civile, in possesso dell’iscrizione all’Elenco Regionale degli Operatori Agrituristici, come stabilito dall’articolo 12 della Legge Regionale n. 21/2011.


Requisiti dell’impresa
L’impresa al momento della presentazione della domanda deve:

 

  • 1) essere iscritta all’anagrafe delle aziende agricole con posizione debitamente validata (Fascicolo Aziendale);
  • 2) avere Partita Iva con codice attività agricola;
  • 3) essere iscritta alla Camera di Commercio con codice ATECO agricolo.

In caso di più sedi, almeno una unità locale deve ricadere nelle Marche.

In ogni caso gli investimenti dovranno essere realizzati sul territorio della Regione Marche e la superficie aziendale ricadente nel territorio regionale dovrà da sola garantire il rispetto dei requisiti di ammissibilità;

  • 4) essere titolare di conto corrente bancario dedicato intestato al beneficiario;
  • 5) avere la disponibilità del fabbricato o dei fabbricati e delle superfici agricole sulle quali si intende realizzare l’investimento a decorrere dalla data di presentazione della domanda di aiuto e fino a completo adempimento degli impegni assunti con l’adesione alla presente Sottomisura (vincolo di non alienazione).

La disponibilità deve risultare a pena di inammissibilità da:

 

  • a) titolo di proprietà;
  • b) titolo di usufrutto;
  • c) contratto di affitto scritto e registrato;
  • d) un atto di conferimento ad una cooperativa di conduzione.

Requisiti del progetto
Il progetto al momento della presentazione della domanda deve:

1) essere sostenibile sotto il profilo economico e finanziario.

Tale requisito va attestato attraverso la presentazione di una relazione tecnico – economica – finanziaria.


2) raggiungere un punteggio minimo di accesso pari a 0,20, espresso come somma dei punteggi relativi ai seguenti criteri:

  •  Requisiti qualitativi degli interventi proposti:
  •  Realizzazione di tipologie di investimento prioritarie
  •  Investimenti finalizzati all’aumento di occupazione
  •  Aziende con produzioni di qualità certificata (bio – QM etc.).

3) essere cantierabile;


4) prevedere il recupero di immobili esistenti nel rispetto delle tipologie architettoniche tradizionali.


5) prevedere interventi riguardanti fabbricati rurali o fabbricati ricadenti in zona agricola o fabbricati ricadenti in borghi o nuclei rurali, nel rispetto di quanto previsto dalla vigente normativa in materia di agriturismo.


6) dimostrare il rispetto dei limiti di attività nonché di tutte le altre disposizioni, condizioni, prescrizioni contenute nella normativa vigente che disciplina l’attività agrituristica.

 

AIUTO AGLI INVESTIMENTI

E’ possibile richiedere ed ottenere l’aiuto previsto per investimenti finalizzati e funzionali all’esercizio dell’agriturismo che facciano riferimento alla trasformazione di locali e/o edifici esistenti sul fondo, da destinare alla fornitura di servizi di ospitalità e di somministrazione alimenti e bevande e/o alla fornitura di attività o servizi complementari e/o alla realizzazione di strutture sportive e/o ricreative e/o didattiche di dimensione e caratteristiche compatibili con l’attività agricola dell’azienda e con la dotazione strutturale ed infrastrutturale delle aree rurali.

 

  • La compatibilità con l’attività agricola aziendale è riferita all’obbligo, come previsto dalla vigente normativa, che questa resti sempre prevalente rispetto a quella agrituristica attraverso il rispetto del rapporto di connessione.
  • La compatibilità con strutture ed infrastrutture è, invece, riferita al fatto che l’intervento deve assicurare integrazione e continuità con i tratti del paesaggio e dell’ambiente rurale.


IN PARTICOLARE SONO AMMISSIBILI I SEGUENTI INVESTIMENTI:

 

  • 1. Opere edili di recupero dei fabbricati aziendali esistenti da destinare all’attività agrituristica
  • (accoglienza in camere e/o in unità abitative – somministrazione alimenti e bevande – fattoria didattica – attività ricreative/culturali – attività e servizi complementari etc.), riconducibili esclusivamente agli interventi di manutenzione straordinaria o restauro e risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia (articolo 17 L.r. 21/2011).
  • 2. Realizzazione e/o adeguamento degli impianti tecnologici (termico – idrosanitario – elettrico etc.) attraverso l’introduzione di tecnologie innovative volte al risparmio energetico e alla utilizzazione di fonti energetiche rinnovabili necessari all’attività agrituristica.
  • 3. Sistemazioni di aree esterne da destinare a piazzole per la sosta in spazi aperti di tende, roulottes e caravan.
  • 4. Realizzazione di percorsi didattici/sportivi/escursionistici/ricreativi all’interno dell’azienda agricola.
  • 5. Realizzazione di strutture sportive.


Le realizzazioni come ad esempio: campo tiro con l’arco – campo bocce – campo polivalente – percorso sportivo – piscina – maneggio – laghetto per pesca sportiva etc. dovranno essere connesse e dimensionate all’attività agrituristica esercitata dall’azienda nel rispetto dei limiti indicati dalle vigenti normative.

  • 6. Acquisto di arredi ed attrezzature necessarie e strettamente funzionali allo svolgimento.

Può essere ammesso a contribuzione l’acquisto di arredi di antiquariato.


E’ ammissibile l’acquisto di attrezzatura da cucina usata qualora il beneficiario sia una microimpresa, una piccola o media impresa.

 

 

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le Spese generali.

Esse comprendono:

  • a) onorari per la relazione tecnico economica e studi di sostenibilità finanziaria dell’intervento;
  • b) onorari per la progettazione degli interventi proposti (elaborati progettuali – CME – relazione tecnica);
  • c) onorari per la direzione dei lavori e la gestione del cantiere;
  • d) spese per conto corrente dedicato.

 

CONTRIBUTO


L’aiuto verrà riconosciuto, in conto capitale, con le modalità stabilite dal regime «de minimis».

L’entità massima di aiuto che è possibile riconoscere per le diverse tipologie di intervento viene stabilita entro il limite max di 200.000,00 euro.


L’AIUTO È CONCESSO IN CONTO CAPITALE, L’INTENSITÀ DI AIUTO È RIPORTATA NELLA TABELLA SEGUENTE:

CRITERI DI DIFFERENZIAZIONE

PER AREA

E
TIPOLOGIA DI BENEFICIARIO

 

TIPOLOGIE DI INVESTIMENTO

 

Investimenti immobili e spese
generali per l’intero
investimento

Investimenti immobili
realizzati con tecniche di
edilizia sostenibile

Arredi ed attrezzature

AGRICOLTORI NELLE ZONE MONTANE
di cui all’art.
32, lettera a) del Reg. (UE) 1305/13

45% 50% 30%
AGRICOLTORI
IN ALTRE ZONE

 

35%

40% 30%

 

La maggiorazione del contributo per investimenti realizzati con tecniche di edilizia sostenibile riguardanti le opere di recupero degli immobili e di realizzazione degli impianti (punti 1. e 2. del paragrafo 5.2.1."DESCRIZIONE DELLE TIPOLOGIE D’INVESTIMENTO" del presente bando) può essere riconosciuta quando gli interventi di recupero in edilizia sostenibile raggiungano la prevalenza sul totale delle lavorazioni da realizzare.

La maggiorazione del contributo viene assegnata sulla base del computo metrico estimativo presentato che dovrà essere predisposto utilizzando il prezzario regionale di riferimento, in considerazione dell’incidenza:

 

  • - delle lavorazioni riportate nel capitolo n. 27 EDILIZIA SOSTENIBILE – PRIMI ELEMENTI (del prezzario) ed, eventualmente,
  • - da quelle voci riportate in altri capitoli che rispondono alle specifiche condizioni di “strutture e finimenti tipici realizzati con materiali e tecnologie tradizionali locali – riutilizzo di materiale di recupero”; in questa circostanza, è necessaria la predisposizione di una specifica relazione del progettista (ingegnere – architetto – geometra) che dovrà evidenziare e chiarire tale scelta, elencando le singole voci o le categorie di lavorazioni che possono essere considerate in edilizia sostenibile e la relativa congruità del prezzo applicato.

In ogni caso non potranno essere conteggiate come opere in edilizia sostenibile le lavorazioni relative a:

 

  • SCAVI
  • RINTERRI
  • DEMOLIZIONI
  • RIMOZIONI
  • SMONTAGGI
  • SCOMPOSIZIONI
  • TAGLI ALLA MURATURA 
  • PONTEGGI
  • e quelle che prevedono l’uso di prodotti di sintesi.


La realizzazione delle lavorazioni eseguite sarà verificata dalla documentazione contabile (libretto misure – stato finale etc.) e relazione in cui vanno descritte le tecniche ed i materiali utilizzati e allegando le schede tecniche dei prodotti utilizzati.

 

DOMANDA

Scadenza per la presentazione delle domande 29 aprile 2016 ore 13,00 

FINANZIAMENTI DA FONDI PRIVATI DI INVESTIMENTO

FINANZIAMENTI PRIVATI

 

NUOVI FINANZIAMENTI AGEVOLATI

nuovi finanziamenti agevolati 2019

 

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE FNI

Pre-Fattibilità Gratuita

ITALIA CONTRIBUTI PRE FATTIBILTA GRATUITA 300

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO 2019

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

START UP INNOVATIVE

SMART START 2019

STRUTTURE PERMANENTI IN PASI EXTRA UE

UFFICI NEGOZI SHOW ROOM permanenti in paesi extra ue

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI

PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI.300

 

IMPRESE SOCIALI

MISE IMPRESE SOCIALI 250

 

ESPANSIONE ALL'ESTERO

mise.internazionalizzazione 2

CONTRATTO DI SVILUPPO TURISTICO

CONTRATTI DI SVILUPPO TURISTICO

CULTURA CREA 2019 LINEA 1

CULTURA CREA nuove imprese dellindustria culturale 2019

CULTURA CREA 2019 LINEA 2

CULTURA CREA SOCIETA IMPRESE GIA COSTITUITE ALMENO DA 3 ANNI DELLINDUSTRIA CULTURALE E TURISTICA 2019 2

CULTURA CREA LINEA 3

CULTURA CREA ONLUS ONG. COOPERATIVE SOCIALI E VOLONTARIATO OPERATIVI NEL SETTORE DELLINDUSTRIA CULTURALE 2019

CONTRATTO DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0 2018

CONTRATTO DI SVILUPPO INDUSTRIALE

CONTRATTI DI SVILUPPO INDUSTRIALE

RICERCA E SVILUPPO

RICERCA E SVILUPPO SCIENZA DELLA VITA

IMPRESE AGROINDUSTRIALI

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE 250

INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE

INTERNAZIONALIZZAZIONE SPESE PROMOZIONALI INSERIMENTO MERCATI EXTRA UE 250

Patrimonializzazione delle Pmi Esportatrici

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PATRIMONIALIZZAZIONE.PMI 250

MARCHI+3

MARCHI3 2018 MISE

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

PULSANTE FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

CULTURA CREA 2019

CULTURA CREA 2019

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

AGEVOLAZIONI PER L'EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 250

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO 2017

START UP INNOVATIVE

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

Iscriviti alla Newsletter

IMPRESE E COOPERATIVE SOCIALI

MISE ECONOMIA SOCIALE

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

Banca nazionale delle Terre Agricole

ismea banca nazionale delle terre agricole

ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

RICERCA.SVILUPPO ACCORDI PER LINNOVAZIONE.250

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO PULSANTE QUADRATO

PROGRAMMI EUROPEI A GESTIONE DIRETTA

programmi europei a gestione diretta

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA LOTTO 3 PROROGA

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CONTRATTO DI SVILUPPO TUTELA AMBIENTALE

CREDITO DI IMPOSTA 50%

CREDITO DI IMPOSTA 50

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

BEI LIFE4ENERGY

LIFE4ENERGY.JPG FINANZIAMENTI EFFICIENZA ENERGETICA IMPRES

PIEMONTE RISPARMIO ENERGETICO ENTI LOCALI PIEMONTESI

PIEMONTE RIDUZIONE CONSUMI ENEGETICI

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO PER DONNE E GIOVANI

INVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO


FINALITA

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER PMI

SETTORI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Agevolazioni inserimento sui mercati esteri

INTERNAZIONALIZZAZIONE.CREDITI.ESPORTAZIONE

Partecipazione a Fiere

INTERNAZIONALIZZAZIONE.PRIMA PARTECIPAZIONE.FIERE.E.MOSTRE

FONDI BEI: FINAZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

Iscriviti alla Newsletter

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI